logo

Passione per l'Innovazione. Considerazione per i Pazienti.

Daiichi Sankyo Italia S.p.A.

L'importanza dei test dei marcatori tumorali e dell'apprendimento reciproco

Il Mese Interazionale di Prevenzione del Tumore al Seno (BCAM- Breast Cancer Awareness Month)  è un importante momento di sensibilizzazione ed informazione sulla patologia, il suo impatto, la diagnosi e la cura. Rappresenta un momento importante per aiutare le persone lungo il loro percorso di cura  anche grazie alle iniziative educazionali sviluppate negli ultimi anni che hanno contribuito a migliorare gli outcome clinici per molte pazienti con tumore al seno.

In occasione del BCAM, ci uniamo alla comunità scientifiche e alle associazioni di pazienti per aumentare la consapevolezza e l’informazione su un aspetto fondamentale: i test dei marcatori tumorali. Questo esame è usato per aiutare a rilevare il cancro, può prevedere quanto velocemente crescerà e si diffonderà e può aiutare i medici a identificare il miglior trattamento per un paziente o monitorare la sua risposta a una terapia.  Nonostante il suo importante ruolo nell'identificare e prevedere il tumore, ad oggi ancora poche persone si sottopongano al test dei biomarcatori.

Se sei interessato a saperne di più, seguici sui nostro canali Twitter o LinkedIn! 

Cosa c'è da sapere sui test dei marcatori tumorali

Cosa sono i marcatori tumorali?

I marcatori tumorali sono indicatori che si basano sull'analisi di molecole quali DNA, RNA o proteine o sostanze stesse che circolano nel sangue che descrivono processi normali o anormali nel corpo. Possono includere proteine, mutazioni geniche, riarrangiamenti dei segmenti genici, copie extra di geni, perdita di geni

Cos'è il test dei marcatori tumorali?

Il test dei marcatori tumorali è un modo per cercare geni, proteine e altre sostanze che possono fornire informazioni relative al tumore. Ogni tumore ha infatti un profilo individuale di biomarcatori che possono influenzare la risposta alle terapie oncologiche.

In che modo il test dei marcatori tumorali può essere utile per il trattamento del cancro?  

I test dei marcatori tumorali possono aiutare i pazienti e i medici a scegliere un trattamento adeguato in quanto, alcune terapie, comprese quelle mirate e le immunoterapie, possono funzionare solo per i pazienti i cui tumori hanno determinati biomarcatori. Ad esempio le persone con un tumore che ha cambiamenti genetici nel gene HER2 o EGFR possono ricevere trattamenti mirati a questi cambiamenti. In tal caso, il test dei marcatori tumorali può aiutare a capire se il tumore di qualcuno ha un cambiamento del gene HER2 o EGFR che può essere trattato con un inibitore HER2 o EGFR.4

Come viene eseguito il test dei biomarcatori?

Il test dei biomarcatori viene svolto prelevando una piccola quantità di tessuto tumorale (biopsia), o un campione di sangue. Il campione di tessuto o di sangue viene inviato a un laboratorio di analisi che fornirà informazioni relative alle caratteristiche specifiche del tumore.

Esistono diversi tipi di test dei marcatori tumorali?

Sì, ci sono diversi test dei marcatori tumorali che possono aiutare a selezionare il trattamento oncologico. La maggior parte degli esami usati per identificare il trattamento cercano marcatori genetici. Ma alcuni cercano proteine o altri tipi di marcatori. Alcuni test controllano un determinato biomarcatore. Altri controllano molti biomarcatori allo stesso tempo e possono essere chiamati test multigenici o panel test.4

Come leggere i risultati dei test dei marcatori tumorali?

La presenza o meno di un marcatore tumorale può dimostrare la vulnerabilità di un tumore a una determinata terapia conosciuta. I risultati di un test dei biomarcatori potrebbero anche mostrare che il tumore analizzato è immune a una certa terapia. Questa informazione permette al paziente di ricevete il trattamento più adeguato.